FANDOM


Zahel
Zahel

Fan-art di Botanica Xu [1]

Status personale
Status

Vivo

Prima apparizione

Parole di Luce, capitolo 16

Ultima apparizione

Parole di Luce, capitolo 81

Alias
  • Zahel
  • Kalad l'Usurpatore
  • Talaxin
  • Donapace il Benedetto
  • Conciliatore il Pacifico
  • Bramacontese
  • Vasher.
Nazionalità

Idrisiano (Nalthis)

Parenti
  • Shashara (moglie, deceduta )
  • Denth (fratello acquisito, deceduto)
Affiliazione
Occupazione

Fervente

Titoli

Maestro spadaccino

Arma

Spada

Poteri

Maestria nelle armi

Poteri
  • Risveglio
  • Worldhopping
Caratteristiche fisiche
Razza

Umana

Sesso

Maschio

capelli

neri

occhi

marroni

Segni particolari
  • cicatrice sulla guancia
  • età indefinibile


Fai la scelta che ti rende più facile dormire la notte. È quello che vorrei aver fatto anch’io.

–Parole di Luce, capitolo 81

Zahel è un fervente della Chiesa Vorin . Abile spadaccino, serve nei terreni di addestramento del campo di Dalinar Kholin, nelle Pianure Infrante, ed ha avuto l'onore di addestrare agli Strati i figli dell'altoprincipe

Aspetto e Personalità Modifica

Zahel aveva un corporatura robusta, una barba nera corta ma trascurata e contrariamente all'usanza dei ferventi, portava i capelli lunghi. Aveva una voce bassa, raschiante, a tratti stridula, con uno strano accento. Sulla guancia correva una lunga cicatrice e i suoi occhi erano marroni. Era solito indossare ampi abiti marroncino legati con delle corde, le semplici vesti dei monaci vorin[1]

Zahel ritiene di essere una persona burbera ma che ha un debole per i ragazzi che si trovano in situazioni troppo difficili per loro. Nutre un sincero rispetto per le persone che scopre essere umili, una qualità che purtroppo troppe volte scarseggia tra i suoi aspiranti studenti. Afferma inoltre che odia picchiare le persone più giovani di lui, perché lo fa sentire come una specie di bullo[2].

Anche se indossa le vesti dei Ferventi, Zahel non sembra un vorinista molto devoto, suscitando la sorpresa di Kaladin quando mette in dubbio l'usanza alethi riguardo la sacralità delle spade[3].

Zahel sembra avere parecchia nostalgia di casa ma al contempo non riesce a sopportarne i ricordi e detesta qualunque cosa lo spinga a rievocarli[4]

Relazioni Modifica

Zahel rivela a Kaladin di essere stato amico di Niter, il precedente capo della Guardia di Cobalto morto durante la Battaglia della Torre[5].

Ha un buon rapporto con Adolin ed è l'unico che durante il duello dei sei stratoguerrieri, lo sprona a combattere. Ammette tuttavia che inizialmente il figlio di Dalinar non voleva permettergli di insegnargli[5].

Zahel ha una buona opinione sia di Renarin che di Kaladin. Del primo ne loda l'umiltà, la disciplina e la capacità di ascoltare. Dell'occhiscuri invece comprende le grandi responsabilità che ricadono sulle sue spalle e ne apprezza il talento guerriero.

Storia Modifica

Il passato di Zahel è alquanto misterioso ma Kaladin ipotizza[1] che abbia avuto un destino comune a molti veterani; stanco di una vita passata sui campi di battaglia, e senza un luogo in cui tornare, l'uomo prese i voti e si ritirò nella pace di uno dei monasteri Vorin, usando l'esperienza accumulata per addestrare alle armi i figli dei loro padroni occhichiari.

E' certo che Zahel abbia visitato il Purolago[4] e che, qualche anno prima del 1173, abbia accettato Adolin come suo studente, addestrandolo al combattimento con gli Strati[6].

Parole di Luce Modifica

Casualmente, proprio quando Zahel fece ritorno alle Pianure infrante, Adolin portò il fratello ai campi di allenamento per scegliere un maestro con cui iniziare ad addestrarsi [1]. Il fervente lo accettò come studente e mentre indirizzava il giovane principe sui limiti delle stratopiastre, fece la conoscenza di Kaladin e gli propose di addestrarsi a sua volta. Il capitano occhiscuri inizialmente oppose un rifiuto ma dopo l'attentato compiuto da Szeth, il ragazzo ruppe gli indugi e accettò l'aiuto del maestro spadaccino.

Cosmere Modifica

E' stato rivelato che Zahel non è altri che Vasher, uno dei protagonisti de "Il Conciliatore" (Warbreaker). Nel romanzo ci sono diversi indizi che permettono di intuire la vera identità del maestro spadaccino:

  • Al suo primo incontro con il Fervente, Kaladin nota che la sua età è indefinibile e che i suoi occhi appaiono "antichi". Vasher nel Conciliatore è già una creatura antica e ammette di avere almeno trecento anni[7]
  • Zahel ha un accento che Kaladin non riconosce e parla usando delle metafore basate sui colori. Su Nalthis i colori hanno un ruolo cruciale sia per la magia che per la cultura della popolazione.
  • Zahel ha una conoscenza del Cosmoverso superiore a quella dei Rosharani. Nell'Interludio 6, infatti, usa il termine "Investitura" per commentare il potere delle altempeste.
  • Sempre nell'Interludio 6, Zahel compie due azioni molto particolari: percepisce la presenza di qualcuno (di Kaladin) fuori dalla sua stanza, prima che questi abbia anche solo la possibilità di bussare, e riesce a percepire Syl che gira intorno al capitano occhiscuri.Nel mondo di Nalthis, accumulando un numero sufficiente di soffi si può accedere ad un’abilità nota come Prima Elevazione. Grazie ad essa, l’individuo ha una percezione potenziata della vita intorno a sé.
  • Nel finale dello stesso capitolo Zahel si aspetta "una voce che parlasse nella sua mente mentre si assopiva". E' un riferimento a Sanguinotte la spada parlante che Vasher usa nel corso de "Il Conciliatore"
  • Subito dopo l'attentato di Szeth, Adolin si allena nel lancio della stratolama, usando una particolare tecnica insegnatagli da Zahel anni prima: "mandando un’istruzione diretta alla Lama, immaginando quello che lui voleva che facesse[6]". Non si tratta della bizzarria di un maestro d'armi ma di un riferimento a Nalthis, dove dare istruzioni e comandi mentali agli oggetti risvegliati è piuttosto comune.
  • Durante il Pianto, Zahel e Kaladin hanno modo di parlare e il fervente rievoca l'immagine del Purolago, affermando che fosse molto simile alla sua casa[4]. Ciò non desta sorpresa, dato che Hellandren, su Nalthis è effettivamente un paradiso tropicale.
  • Nella conversazione che segue, Kaladin domanda a Zahel se sapesse dove fosse finito Arguzia. Zahel chiama lo stravagante servitore di Elhokar con il soprannome di "Polvere". E' un riferimento ad un episodio accaduto nel Conciliatore, nel quale Hoid racconta una storia ai protagonisti proprio tramite l’ausilio di particolari polveri[8]. Per giunta, nella prima stesura del romanzo, Sanderson voleva nascondere Hoid proprio sotto lo pseudonimo di “Polvere” (sebbene alla fine abbia rinunciato)

Citazioni Modifica

"Quegli occhi parevano vecchi, in qualche modo, ma la pelle dell’uomo non sembrava abbastanza rugosa da corrispondere a essi. Poteva avere trentacinque anni. O poteva averne settanta. Troppo giovane, pensò Kaladin, anche se non riusciva a dire perché."

— Parole di Luce, capitolo 16

"Sono vecchio, figliolo. Ripetermi mi fa mangiare il fiore sbagliato"

— Parole di Luce, capitolo 18

"E non essere appena spuntato dal terreno"

— Parole di Luce, Interludio 6

"Ma ragazzo, avete del rosso sulle orecchie come non ne ho mai visto."

— Parole di Luce, capitolo 44

"Uomini a cui è proibito usare la spada perché sono di natali troppo umili. Perfino dopo tutti questi anni, la cosa mi sembra sciocca. Non c’è nulla di sacro nelle spade. Sono migliori in alcune situazioni, peggiori in altre."

— Parole di Luce, capitolo 44

"Deduzione eccellente. Come vernice azzurra fresca su una parete."

— Parole di Luce, capitolo 81

"Fai la scelta che ti rende più facile dormire la notte. È quello che vorrei aver fatto anch’io."

— Parole di Luce, capitolo 81


Fonti Modifica

  1. 1,0 1,1 1,2 Parole di Luce, capitolo 16
  2. Parole di Luce, Interludio 6
  3. Parole di Luce, capitolo 44
  4. 4,0 4,1 4,2 Parole di Luce, capitolo 81
  5. 5,0 5,1 Parole di Luce, capitolo 18
  6. 6,0 6,1 Parole di Luce, capitolo 35
  7. Il Conciliatore, capitolo 58
  8. Il Conciliatore, capitolo 32

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale