FANDOM


Nohadon
Nohadon Fan art di Botanicaxu

[1]

Status personale
Status

Morto

Prima apparizione

La Via dei Re: Capitolo 60

Alias

Bajerden

Titoli

Re

Caratteristiche fisiche
Razza

Umana

Sesso

Maschio

capelli

Neri

Nohadon, chiamato anche Bajerden era un Re dell'antica Alethkar e autore della Via dei Re[1], celebre libro di filosofia politica studiato da generazioni di politici e sovrani, inclusi Dalinar e Gavilar Kholin.

Aspetto Modifica

Durante una delle sue visioni, Dalinar ebbe l'occasione di vedere con i suoi occhi Nohadon. Gli apparì come un uomo giovane, vestito di bianco e oro, con la barba che finiva a punta e i capelli tirati indietro e acconciati in una treccia. Tra di essi erano intrecciati dei fili d'oro che si riunivano sulla fronte a formare il simbolo dei cavalieri radiosi[2].

Storia Modifica

Nohadon visse durante le Epoche Araldiche nell'antica Alethkar, sembra in un tempo antecedente alla formazione dei Regni Argentei[3]. Il suo regno fu travagliato dalla manifestazione di una Desolazione, che imperversò per oltre undici anni, uccidendo il 90% del suo popolo[2].

Convinto che ogni Desolazione stesse spingendo sempre più l'umanità verso la sconfitta definitiva, negli anni successivi Nohadon si dedicò ad un intenso lavoro di ricostruzione e unificazione[4], gettando probabilmente le basi per la formazione dei Regni Argentei. Diventato famoso come grande pacificatore, Nohadon trascrisse il suo pensiero politico nella Via dei Re, considerato per secoli un tassello fondamentale per l'educazione di qualsiasi governante.

La Via dei Re Modifica

Dalinar nel corso di una delle sue visioni, prende i panni di Karm, un consigliere di Nohadon e ha l'occasione di incontrare il sovrano. Nohadon è amareggiato dalla devastazione lasciata dalla Desolazione e incolpa un certo Alakavish di aver creato inutile divisioni tra i rosharani e di essere responsabile della loro impreparazione alla guerra. Il Re vorrebbe addirittura abdicare ma Dalinar/Karm cerca di dissuaderlo e lo invita invece a scrivere un libro. Nohadon rifiuta dicendo invece che è il tempo dell'azione.

Le parole di Nohadon avranno un duplice effetto: da una parte permetteranno a Dalinar di capire il proprio errore[4] e dall'altra consentiranno a Navani di iniziare la traduzione dell'Albacanto.

Parole di Luce Modifica

Shallan utilizza una citazione di Nohadon nella Via dei Re per cercare di capire l'ubicazione di Urithiru[5]

Curiosità Modifica

  • Il vero nome di Nohadon è attualmente ignoto. Nohadon è infatti un nome sacro. un onorifico concesso dall'antica Chiesa Vorin per rendere il suo nome simmetrico[6]. Antiche cronache riportavano il nome di Bajerden ma è ancora incerto se questo sia il vero nome del sovrano[7]

Fonti Modifica

  1. La Via dei Re, capitolo 18
  2. 2,0 2,1 La Via dei Re, capitolo 60
  3. Nohadon si lamenta che i regni di Sur,Tarma ed Eiliz sono condannati a sparire, ma nessuno dei tre corrisponde ai nomi dei Regni Argentei noti.
  4. 4,0 4,1 La Via dei Re, capitolo 69
  5. Parole di Luce, capitolo 24
  6. Parole di Luce, capitolo 47
  7. La Via dei Re, capitolo 58

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.