FANDOM


Capitolo precedente Ciò che non possiamo avere Capitolo successivo
Un Onore Giusto per sbaglio

Punto di Vista: Dalinar Kholin
ambientazione: Pianure Infrante; antica Kholinar (visione)

Epigrafe Modifica

La morte è la mia vita, la forza diventa la mia debolezza, il viaggio è terminato.

–Datato Betabanes, 1173, 95 secondi premorte. Soggetto: una studiosa di fama minore. Campione raccolto di seconda mano. Considerato dubbio.

SommarioModifica

A volte mi sembra che essere umani sia volere ciò che non possiamo avere. Per alcuni, si tratta del potere. Per me, è la pace

–Nohadon, La Via dei Re, capitolo 60

Dalinar ha deciso di non abdicare in favore di Adolin. I due aspettano l'imminente arrivo dell'altempesta nei loro appartamenti, insieme a Renarin e Navani. La donna ha un nuovo fabrial[1] e parla con entusiasmo delle scoperte e dei nuovi prototipi che la comunità artifabriana ha sviluppato ma ammette che sono ancora ben lontani dal creare stratopiastre e stratolame artificiali. La conversazione viene troncata bruscamente dall'inizio della visione.

Dalinar si trova al fianco di un uomo dal portamento regale in una grande sala. L'uomo parla delle Desolazioni e dei Vincolaflussi, alimentando la confusione dello spinanera. I due si affacciano da un balcone e ammirano una città in rovina, le cui strade sono colme di cadaveri e di rocce dalla forme bizzarre. Dalinar capisce che la città non è altri che la sua patria, Kholinar, e che le pietre devono essere i cadaverdei Nichiliferi.

Dalinar chiede che cosa sia successo e l'uomo commenta che una Desolazione si è appena conclusa, che il 90% dei suoi sudditi sono morti e che diversi regni collasseranno per mancanza di abitanti. L'uomo continua a parlare, dicendo che molti stanno incolpando Alakavish, un vincolaflussi che ha scatenato una guerra poco prima della Desolazione, per questo disastro. Dalinar nutre un sospetto sull'identità del suo interlocutore e così inizia a citare un verso da La Via dei Re: l'uomo riconosce il detto e rivela così di essere nientemeno Nohadon, il futuro autore del libro.

Nohadon confessa che sta valutando l'idea di abdicare. Dalinar cerca di dissuaderlo e lo invita a mettere su carta la sua filosofia. Nohadon ride di questa proposta, dicendo che è il tempo dell'azione e della spada e aggiunge che "Essere umani è volere quello che non possiamo avere". Mentre Nohadon si allontana, Dalinar ripete tra se e se questa parola, prima che la visione si concluda.

Tornato nel presente, Navani chiede a Dalinar di ripetere l'ultima frase che ha pronunciato. Dalinar obbedisce e Navani si affretta a consultare un testo: la sua conclusione è che i "farfugliamenti" di Dalinar in realtà sono le parole dell'Albacanto e quindi sicuramente le visioni sono reali. Questa è la prova che stavano cercando.

Personaggi Modifica

Apparsi Modifica


Menzionati Modifica


Luoghi e termini menzionati Modifica

Note Modifica

  1. Uno dei primi modelli di dolorial, che mostra all'opera usandolo per lenire un dolore alla mano di Adolin
La Via dei Re - Libro I

Preludio a Le cronache della Folgoluce
Prologo: Uccidere
Cap 1: Folgoeletto
Cap 2: L’Onore è morto
Cap 3: La città dei campanelli
Cap 4: Le pianure infrante
Cap 5: Eretica
Cap 6: Ponte Quattro
Cap 7: Ragionevolezza
Cap 8: Prossimo alla fiamma
Cap 9: Dannazione
Cap 10: Storie di chirurghi
Cap 11: Gocce
I-1: Ishikk
I-2: Nan Balat
I-3: La gloria dell’ignoranza
Cap 12: Unità
Cap 13: Dieci battiti di cuore
Cap 14: Giorno di paga
Cap 15: L’esca
Cap 16: Bozzoli
Cap 17: Un tramonto rosso sangue
Cap 18: Altoprincipe di Guerra
Cap 19: Pioggia di stelle
Cap 20: Scarlatto
Cap 21: Perche’ gli uomini mentono
Cap 22: Occhi, mani o sfere?
Cap 23: Molti usi
Cap 24: La galleria delle mappe

Cap 25: Il macellaio
Cap 26: Immobilità
Cap 27: Servizio burrone
Cap 28: Decisione
I-4: Rysn
I-5: Axies il collezionista
I-6: Un’opera d’arte
Cap 29: Errorganza
Cap 30: Oscurità invisibile
Cap 31: Sotto la pelle
Cap 32: Trasporto laterale
Cap 33: Cimatica
Cap 34: Folgomuro
Cap 35: Una luce per vedere
Cap 36: La lezione
Cap 37: Lati
Cap 38: Contemplatore
Cap 39: Impresse in lei
Cap 40: Occhi di rosso e blu
Cap 41: Di Alds e Milp
Cap 42: Mendicanti e cameriere
Cap 43: Il derelitto
Cap 44: Il Pianto
Cap 45: Shadesmar
Cap 46: Tanavast
Cap 47: Benedizioni
Cap 48: Fragola
Cap 49: Passione
Cap 50: Polvere rompischiena

Cap 51: Sas Nahn
I-7: Baxil
I-8: Geranid
I-9: La morte indossa il bianco
Cap 52: Una strada per il sole
Cap 53: Dunny
Cap 54: Blateruglio
Cap 55: Un Broam di smeraldo
Cap 56: Quel libro folgorato
Cap 57: Velabonda
Cap 58: Il viaggio
Cap 59: Un Onore
Cap 60: Ciò che non possiamo avere
Cap 61: Giusto per sbaglio
Cap 62: Tre glifi
Cap 63: Paura
Cap 64: Un uomo di estremi
Cap 65: La Torre
Cap 66: Codici
Cap 67: Parole
Cap 68: Eshonai
Cap 69: Giustizia
Cap 70: Mare di vetro
Cap 71: Registrato nel sangue
Cap 72: Veristitaliana
Cap 73: Fiducia
Cap 74: Sanguispettro
Cap 75: In cima
Epilogo: Di maggior valore

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale