FANDOM


Capitolo precedente Velabonda Capitolo successivo
Quel libro folgorato Il viaggio

Punto di Vista: Kaladin
ambientazione: Pianure Infrante

Epigrafe Modifica

Tengo il poppante tra le mani, un coltello alla sua gola, e so che tutti coloro che vivono desiderano che io faccia scorrere la lama. Che versi sangue sul terreno, sopra le mie mani, e così dare a tutti noi altri un altro respiro.

–Datato Shashanan, 1173, 23 secondi premorte. Soggetto: una giovane occhiscuri di sedici anni. Tale campione è di particolare rilevanza.

SommarioModifica

Kaladin: «Kaladin. E il vostro?»
Hoid: «Io ne ho molti. Ho iniziato la mia vita come un pensiero, un concetto, parole su una pagina. Quella è stata un'altra cosa che ho rubato. Me stesso. In un altro tempo, ero chiamato come una pietra.»
Kaladin: «Preziosa, spero.»
Hoid: «Una pietra bellissima. E che ha perso ogni valore perché io l'ho indossata.»
— Kaladin e Hoid, capitolo 57

Mappe muore trafitto da una freccia e Kaladin è addolorato per la sua perdita. Una volta di ritorno all'accampamento, Kaladin insiste a trattare il braccio ferito di Teft[1]: non appena il capoponte si distrae un attimo, Teft gli sferra un pugno. Reagendo d'istinto, Kaladin respira tutta la Folgoluce racchiusa nelle sfere del borsello e blocca l'attacco con una velocità disumana.

Nella discussione che segue, Kaladin si rende conto, per la prima volta, dei suoi poteri: la sua pelle trasuda folgoluce, le sfere nel borsello son diventate opache e come se non bastasse, il sacco contenente gli strumenti medici è rimasto fissato al lato di un barile, a sfidare la gravità.Preso dal panico, Kaladin realizza che deve essere stata Syl a trasformarlo. La affronta in un vicolo, ma la spren ribadisce di ricordare poco e che i poteri dell'ex-lanciere non sono opera sua, ma del loro legame. Syl ammette poi di non essere una ventospren, ma una spren che "vincola cose". Kaladin, ancora spaventato, vuole sbarazzarsi dei suoi poteri e pensa di essere stato maledetto. Syl gli domanda allora se pensa davvero che sia stata lei la causa di tutti i suoi guai. Il silenzio di Kaladin la ferisce e la spren vola via. Il pontiere invece si allontana dall'accampamento per riflettere.

All'imbrunire, il capoponte incontra Hoid[2]. L'uomo racconta a Kaladin la storia di Derethil e della Velabonda. Al termine della narrazione i due discutono sul significato della storia[3] e alla fine Hoid si congeda, non prima di regalare il suo flauto a Kaladin e di averlo pregato di comunicare a Sigzil[4] che è stato promosso.

Sulla via del ritorno, il capoponte rimugina su quanto è successo e capisce che con la storia della maledizione e con le sue crisi di apatia, stava cercando delle scuse per non compiere il suo dovere. Kaladin si ripromette così di fare tutto il possibile per salvare Ponte Quattro, anche se questo significa abbracciare questi nuovi poteri.

Tornato alla caserma, Kaladin affronta Teft e gli chiede di dirgli tutto quello che sa. Teft confessa che in gioventù frequentò una setta, i Contemplatori che attendeva il ritorno dei Cavalieri Radiosi.

Personaggi Modifica

Apparsi Modifica


Menzionati Modifica


Luoghi e termini menzionati Modifica


Note Modifica

  1. L'uomo pungola Kaladin per sapere se ha avuto delle "esperienze strane ' di recente. Kaladin gli risponde che è la quinta volta in due giorni che glielo domanda e che non capisce dove voglia andare a parare.
  2. Quando Kaladin sta per andarsene, pensando che l'uomo sia pazzo, Hoid dice "Be', vattene pure allora. Ne sono lieto. Non ti vorrei troppo vicino. Sono piuttosto attaccato alla mia Folgoluce." e mostra un broam di smeraldo. Come facesse Hoid a sapere delle capacità di Kaladin e della vicenda del broam è un mistero.
  3. Per saperne di più leggi il capitolo 75
  4. il suo apprendista
La Via dei Re - Libro I

Preludio a Le cronache della Folgoluce
Prologo: Uccidere
Cap 1: Folgoeletto
Cap 2: L’Onore è morto
Cap 3: La città dei campanelli
Cap 4: Le pianure infrante
Cap 5: Eretica
Cap 6: Ponte Quattro
Cap 7: Ragionevolezza
Cap 8: Prossimo alla fiamma
Cap 9: Dannazione
Cap 10: Storie di chirurghi
Cap 11: Gocce
I-1: Ishikk
I-2: Nan Balat
I-3: La gloria dell’ignoranza
Cap 12: Unità
Cap 13: Dieci battiti di cuore
Cap 14: Giorno di paga
Cap 15: L’esca
Cap 16: Bozzoli
Cap 17: Un tramonto rosso sangue
Cap 18: Altoprincipe di Guerra
Cap 19: Pioggia di stelle
Cap 20: Scarlatto
Cap 21: Perche’ gli uomini mentono
Cap 22: Occhi, mani o sfere?
Cap 23: Molti usi
Cap 24: La galleria delle mappe

Cap 25: Il macellaio
Cap 26: Immobilità
Cap 27: Servizio burrone
Cap 28: Decisione
I-4: Rysn
I-5: Axies il collezionista
I-6: Un’opera d’arte
Cap 29: Errorganza
Cap 30: Oscurità invisibile
Cap 31: Sotto la pelle
Cap 32: Trasporto laterale
Cap 33: Cimatica
Cap 34: Folgomuro
Cap 35: Una luce per vedere
Cap 36: La lezione
Cap 37: Lati
Cap 38: Contemplatore
Cap 39: Impresse in lei
Cap 40: Occhi di rosso e blu
Cap 41: Di Alds e Milp
Cap 42: Mendicanti e cameriere
Cap 43: Il derelitto
Cap 44: Il Pianto
Cap 45: Shadesmar
Cap 46: Tanavast
Cap 47: Benedizioni
Cap 48: Fragola
Cap 49: Passione
Cap 50: Polvere rompischiena

Cap 51: Sas Nahn
I-7: Baxil
I-8: Geranid
I-9: La morte indossa il bianco
Cap 52: Una strada per il sole
Cap 53: Dunny
Cap 54: Blateruglio
Cap 55: Un Broam di smeraldo
Cap 56: Quel libro folgorato
Cap 57: Velabonda
Cap 58: Il viaggio
Cap 59: Un Onore
Cap 60: Ciò che non possiamo avere
Cap 61: Giusto per sbaglio
Cap 62: Tre glifi
Cap 63: Paura
Cap 64: Un uomo di estremi
Cap 65: La Torre
Cap 66: Codici
Cap 67: Parole
Cap 68: Eshonai
Cap 69: Giustizia
Cap 70: Mare di vetro
Cap 71: Registrato nel sangue
Cap 72: Veristitaliana
Cap 73: Fiducia
Cap 74: Sanguispettro
Cap 75: In cima
Epilogo: Di maggior valore

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.