FANDOM


Capitolo precedente L'esca Capitolo successivo
Giorno di paga Bozzoli

Punto di Vista: Adolin Kholin, Dalinar Kholin
ambientazione: Pianure Infrante

EpigrafeModifica

Tu non sei d'accordo con la mia missione. Lo capisco, per quanto sia possibile capire qualcuno con cui sono in così completo disaccordo.

SommarioModifica

Sadeas. Di certo non ti ho appena sentito definire apertamente - davanti al re - mio figlio inutile. Di sicuro non avresti detto una cosa del genere, dato che un tale insulto esigerebbe che io evocassi la mia Lama e cercassi il tuo sangue. Manderebbe in frantumi il Patto di Vendetta. Costringerebbe i due più importanti alleati del re a uccidersi a vicenda. Di sicuro non saresti stato così sciocco. Di sicuro ho sentito male.

–Dalinar Kholin, La Via dei Re, capitolo 15

AdolinModifica

Qualche ora dopo l'uccisione dell'abissale, Adolin sta ancora supervisionando le operazioni di bonifica dell'altopiano: la creatura infatti, durante lo scontro, ha distrutto il ponte che permetteva di tornare agli accampamenti militari, costringendo così il contingente alethi ad aspettare l'arrivo di una nuova squadra di pontieri. Adolin ha notato che molti occhichiari -dopo il combattimento con l'abissale- sono molto più cauti nei riguardi di suo padre, ma sa bene che basterà qualche settimana per farli tornare ai loro pettegolezzi. Alla fine si reca nel padiglione del Re, per fare rapporto sul numero definitivo dei morti.

DalinarModifica

Dalinar riflette su come la guerra si sia trasformata in una gara tra gli altoprincipi e al comportamento incomprensibile dei Parshendi. Giunto nel padiglione, Elhokar biasima Dalinar per lo scarso numero di cuorgemme vinte nelle ultime settimane e aggiunge che la causa di tutto questo è lo scarso rendimento dei pontieri: nulla a che vedere con quelli di Sadeas. la conversazione degenera e alle continue provocazioni di Sadeas, Adolin reagisce dandogli del codardo. Sadeas insulta Renarin definendolo inutile, arrivando quasi a scatenare una guerra. la tensione viene stemperata da Arguzia che comincia a prendere di mira Sadeas e lodando l'intelligenza di Renarin.

AdolinModifica

Adolin e Dalinar escono quindi dal padiglione ed esaminano la cinghia rotta del cavallo del re. Dalinar fa capire al figlio che il sovrano sospetta che non si sia trattato di una coincidenza e che qualcuno ha attentato alla sua vita. Adolin fa notare che la paranoia di Elhokar è in preoccupante ascesa ma Dalinar insiste perché il figlio faccia esaminare la cinghia da un esperto. Adolin si chiede se Sadeas non sia dietro tutto questo ma Dalinar non soddisfa la sua curiosità perché va' ad intercettare l'altoprincipe Vamah e lo manipola in modo che faccia maggior uso degli animutanti del re. Sadeas giunge quindi a complimentarsi con Dalianr, asserendo che il loro piano ha funzionato e che Vamah cederà di certo; Adolin capisce allora che i due sono davvero alleati. Dalinar successivamente spiega al figlio che Sadeas vuole il bene del re e che arriverebbe addirittura ad affidargli la sua sicurezza. Allo scetticismo del figlio, l'uomo risponde raccontandogli che la notte dell'omicidio di Gavilar, Sadeas era l'esca che avrebbe dovuto attirare l'attenzione dell'assassino. Adolin e Dalinar vengono quindi avvicinati da Elhokar che vuole sapere cosa hanno scoperto sulla cinghia. I due rispondono che è prematuro avanzare ipotesi e che Adolin si occuperà di fare ulteriori indagini. Elhokar ribadisce che qualcuno lo vuole morto ma Dalinar lo invita a calmarsi e a non esagerare.

DalinarModifica

Dalinar invia Adolin a far preparare i soldati alla marcia. Mentre la colonna inizia a fare il suo ritorno al campo, Dalinar riflette su un passaggio de La Via dei Re e sulla sua incapacità di comprendere il significato delle ultime parole di Gavilar.

Personaggi Modifica

Apparsi Modifica


Menzionati Modifica


Luoghi e termini menzionati Modifica


La Via dei Re - Libro I

Preludio a Le cronache della Folgoluce
Prologo: Uccidere
Cap 1: Folgoeletto
Cap 2: L’Onore è morto
Cap 3: La città dei campanelli
Cap 4: Le pianure infrante
Cap 5: Eretica
Cap 6: Ponte Quattro
Cap 7: Ragionevolezza
Cap 8: Prossimo alla fiamma
Cap 9: Dannazione
Cap 10: Storie di chirurghi
Cap 11: Gocce
I-1: Ishikk
I-2: Nan Balat
I-3: La gloria dell’ignoranza
Cap 12: Unità
Cap 13: Dieci battiti di cuore
Cap 14: Giorno di paga
Cap 15: L’esca
Cap 16: Bozzoli
Cap 17: Un tramonto rosso sangue
Cap 18: Altoprincipe di Guerra
Cap 19: Pioggia di stelle
Cap 20: Scarlatto
Cap 21: Perche’ gli uomini mentono
Cap 22: Occhi, mani o sfere?
Cap 23: Molti usi
Cap 24: La galleria delle mappe

Cap 25: Il macellaio
Cap 26: Immobilità
Cap 27: Servizio burrone
Cap 28: Decisione
I-4: Rysn
I-5: Axies il collezionista
I-6: Un’opera d’arte
Cap 29: Errorganza
Cap 30: Oscurità invisibile
Cap 31: Sotto la pelle
Cap 32: Trasporto laterale
Cap 33: Cimatica
Cap 34: Folgomuro
Cap 35: Una luce per vedere
Cap 36: La lezione
Cap 37: Lati
Cap 38: Contemplatore
Cap 39: Impresse in lei
Cap 40: Occhi di rosso e blu
Cap 41: Di Alds e Milp
Cap 42: Mendicanti e cameriere
Cap 43: Il derelitto
Cap 44: Il Pianto
Cap 45: Shadesmar
Cap 46: Tanavast
Cap 47: Benedizioni
Cap 48: Fragola
Cap 49: Passione
Cap 50: Polvere rompischiena

Cap 51: Sas Nahn
I-7: Baxil
I-8: Geranid
I-9: La morte indossa il bianco
Cap 52: Una strada per il sole
Cap 53: Dunny
Cap 54: Blateruglio
Cap 55: Un Broam di smeraldo
Cap 56: Quel libro folgorato
Cap 57: Velabonda
Cap 58: Il viaggio
Cap 59: Un Onore
Cap 60: Ciò che non possiamo avere
Cap 61: Giusto per sbaglio
Cap 62: Tre glifi
Cap 63: Paura
Cap 64: Un uomo di estremi
Cap 65: La Torre
Cap 66: Codici
Cap 67: Parole
Cap 68: Eshonai
Cap 69: Giustizia
Cap 70: Mare di vetro
Cap 71: Registrato nel sangue
Cap 72: Veristitaliana
Cap 73: Fiducia
Cap 74: Sanguispettro
Cap 75: In cima
Epilogo: Di maggior valore

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.