FANDOM


Gavilar Kholin
Status personale
Status

Morto

Prima apparizione

La Via dei Re: Prologo

Data di morte

1167

Titoli

Re degli Alethi

Lignaggio

Casata Kholin

Nazionalità

Alethi

Arma

Firestorm

Status familiare
Fratelli

Dalinar Kholin

Coniuge

Navani Kholin

Figli
Caratteristiche fisiche
Razza

Umano

Sesso

Maschio

capelli

neri

occhi

verdi

Status professionale
Affiliazione

Alethkar

Occupazione

Re di Alethkar


Di'... di' a mio fratello...che deve trovare le parole più importanti che un uomo può dire...

–Gavilar Kholin, La Via dei Re, prologo

Gavilar Kholin era il Re di Alethkar. Venne assassinato da Szeth, per ordine dei Parshendi.

Aspetto Modifica

Gavilar era un uomo alto con un mento squadrato, solcato da una brutta cicatrice, aveva il naso rotto e la barba nera, con un pizzico di bianco, e occhi di colore verde pallido[1][2].

Personalità Modifica

Gavilar aveva una spiccata attitudine al comando e una grande forza di volontà[3]. Riusciva ad ottenere sempre quello che voleva e il suo carisma era tale da essere riuscito ad unire gli altoprincipi alethi e ad ottenerne il rispetto e la fedeltà.

Negli ultimi anni della sua vita perse la sete di battaglia e divenne più riflessivo, riscoprendo i Codici e dedicandosi alla lettura della Via dei Re.

Gavilar era un uomo molto devoto alla Chiesa Vorin. Persino eccessivamente secondo alcuni[1].

Biografia Modifica

Giovinezza Modifica

Gavilar crebbe a Kholinar insieme a suo fratello Dalinar. Adorava la caccia al granguscio e amava la guerra e tutte le sue sfumature. Ad un certo punto Dalinar le presentò Navani e Gavilar iniziò una gara di corteggiamento con il fratello per averne la mano. Alla fine Navani accettò le lusinghe di Gavilar e lo sposò.

L'unificazione di Alethkar Modifica

Divertente.Fai bene a menzionare Gavilar, poiché lui non unificò il regno con onore. Lo fece con coltelli nella schiena e soldati sul campo, tagliando la testa a chiunque opponesse resistenza.

Aladar, Parole di Luce, capitolo 8

Intorno al 1147, Gavilar progettò di imitare l'impresa del Creasole, l'ultimo uomo capace di unificare gli alethi sotto un unico stendardo. Aiutato dal fratello e da Torol Sadeas, Gavilar intraprese una serie di campagne militari per piegare gli altoprincipi alethi alla sua autorità. Alla fine riuscì nei suoi intenti e diventò il primo Re di Alethkar da almeno cinque secoli.

L'incontro con i Parshendi Modifica

Negli ultimi anni della sua vita il comportamento di Gavilar divenne bizzarro: perse la voglia di combattere e si dedicò allo studio del passato di Alethkar, rispolverando i Codici di Guerra Alethi e facendosi leggere un libro blasfemo come La Via dei Re.

Nel 1166 Dalinar preoccupato di porre immediatamente un freno alle voci sulla presunta debolezza del fratello, decise di invitarlo in una battuta di caccia nelle Terre Gelide. Lungo una delle anse del fiume Ansaletale, la spedizione alethi s'imbatte in un gruppo di Parshi senzienti. Inizialmente Gavilar sottovalutò l'importanza della scoperta di queste creature ma successivamente diventa molto interessato a loro, tanto da rimandare il ritorno in patria per oltre cinque mesi[4].

Sadeas consigliò al Re di conquistare e soggiogare i selvaggi ma Gavilar intraprese una strada ben diversa: invitò i Parshendi a Kholinar per firmare un trattato di amicizia tra i due popoli. Nessuno capì mai capito le motivazioni o le aspettative di Gavilar in merito a questo accordo.

La morte Modifica

Le cose sono diverse ora, Dalinar. Ora vedo in modi in cui non ho mai visto prima. Vorrei poterti mostrare cosa intendo.

–Gavilar Kholin, tre giorni di prima di morire, La Via dei Re: Capitolo 26

La firma del trattato avvenne come stabilito nella capitale alethi, alla presenza di molte delegati e ambasciatori stranieri. Durante il banchetto, Gavilar confessò a Taravangian che da tempo aveva delle visioni sull'Onnipotente e sull'arrivo di una tempesta[5]. Quando Szeth riuscì a sconfiggerlo in combattimento, il sovrano è shoccato dallo scoprire che i suoi mandati sono i Parshendi e non Restares, Sadeas o Thaidakar. In fin di vita, l'uomo affida al suo assassino una misteriosa sfera nera e gli chiede di riferire alcune parole a suo fratello. Parole, che Jasnah Kholin scoprirà essere una citazione della Via dei Re,

Fonti Modifica

Casata Kholin
Membri Dalinar KholinGavilar KholinNavani KholinShshshshAdolin KholinRenarin KholinJasnah KholinElhokar KholinAesudan Kholin

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.