FANDOM


Luminobile Dalinar, i ragazzi hanno abbattuto una di quelle teste a guscio prima di essere uccisi. Signore... è necessario che lo vediate. Qualcosa è cambiato.

–Bashin, Parole di Luce, capitolo 78

Bashin era un occhiscuri del primo nahn, nonché uno dei capi esploratori dell'esercito Kholin e capocaccia della disastrosa battuta di caccia all'Abissale che mise in pericolo il Re, nel 1173.

Aspetto Modifica

Bashin era basso e corpulento. Indossava vestiti logori con un soprabito in pelle ed era solito portare un cappello a tesa larga.

Storia Modifica

La Via dei Re Modifica

Bashin era il responsabile dei preparativi alla battuta di caccia all'abissale organizzata dal Re. Anticipando il corteo reale, lui e i suoi uomini avevano il compito di attirare la creatura sull'altopiano per permettere poi agli occhichiari di ucciderlo. Sangue di maiale venne versato nelle voragini e un Chull percorreva il perimetro dell'acrocoro, trascinando con una lunga corda l'esca posizionata sul fondo degli abissi[1].

Tuttavia l'abissale, molto prima del previsto e per ragioni ignote, risale sull'altopiano sbagliato e semina terrore e morte sugli attendenti e gli ospiti che dovevano assistere alla caccia.

Parole di Luce Modifica

Bashin partecipa alla spedizione verso il centro delle Pianure Infrante e riveste l'incarico di capo degli esploratori. Durante il sesto giorno di marcia è una delle sue squadre ad individuare per prima la presenza dei Parshendi. L'unità viene annientata, ma gli esploratori riescono ad uccidere un nemico. Bashin mostra il cadavere a Dalinar e Shallan e sostiene di non aver mai visto un Parshendi simile[2]

Fonti Modifica

  1. La Via dei Re, capitolo 12
  2. Parole di Luce, capitolo 78

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale