FANDOM


Balat Davar
Status personale
Status

Vivo

Prima apparizione

La Via dei Re, interludio 2

Data di nascita

1150

Lignaggio

Casata Davar

Nazionalità

Veden

Parenti
Affiliazione
Occupazione

Luminobile

Titoli

Nan

Arma

spada

Caratteristiche fisiche
Razza

Umana

Sesso

Maschio

capelli

Rossi

occhi

azzurri

Segni particolari

spiccata zoppia

Balat Davar o Nan Balat era il secondogenito di Lin Davar e fratello maggiore di Shallan.

Aspetto e Personalità Modifica

Balat aveva la carnagione pallida, gli occhi azzurri e i capelli ricci[1] e di colore rosso. A causa di una frattura alla gamba, talmente brutta che il chirurgo era quasi propenso ad amputare l'intero arto[2], Balat è costretto a zoppicare e a fare uso di un bastone per muoversi.

Inizialmente Balat era un ragazzo gentile e con una grande forza interiore, ma il trauma della morte della madre lo cambiò profondamente. Gradualmente sviluppò una perversa attrazione per la morte e divenne sempre più crudele e violento, beandosi della visione di animali sofferenti o agonizzanti. Wikim fa notare che:

E' solo questione di tempo. Balat sta diventando come nostro padre, a poco a poco.

Parole di Luce, capitolo 45

In età adulta, Balat ancora tortura e uccide gli animali, come ad esempio strappando le zampe a piccoli granchi e ai cremling. Era un'abitudine di cui si vergognava, tanto da tenerne all'oscuro anche la sua amata Eylita, ma al contempo asseriva di averne bisogno, dato che a suo dire lo calmava, impedendogli di perdere il senno e facendo diminuire il dolore che provava alla gamba[2].

Balat crede di essere un codardo, per non essere mai stato capace di opporsi alle violenze del padre, e si vede come l'unico ad essere uscito indenne e "normale" dagli anni bui della famiglia Davar, che è ironicamente il contrario della realtà.

Storia Modifica

Balat nacque nel 1150[2] e crebbe nella tenuta dei Davar insieme ad Helaran e agli altri suoi fratelli. All'età di otto anni venne introdotto all'arte della scherma, che continuò a studiare per i successivi quindici anni[3].

Nel 1167, la madre di Balat morì in circostanze molto sospette e il ragazzo non ebbe mai dubbi ad incolpare il padre di averla assassinata. Con la perdita della serenità familiare e lasciato in balia della brutalità di Lin, Balat divenne sempre più attratto dalla morte e della sofferenza, maltrattando gli animali -perfino il cucciolo di ascigugio regalato da Helaran[4]- e tentando ripetutamente di bruciare la villa dei Davar[5]

Nel 1169, durante una festa tenuta alla villa, Balat vede per la prima volta Eylita e, incoraggiato da Shallan, inizia a frequentarla fino ad innamorarsi di lei. La relazione con la ragazza rafforza il carattere di Balat, che non solo riuscirà a dare un taglio alla mania di uccidere e perseguitare i piccoli cremling[6], ma favorirà anche la nascita di una passione nell'allevamento degli ascigugi[7].

La tregua tuttavia dura poco. Lin Davar, venuto a conoscenza della storia tra i due ragazzi, si oppone con veemenza e stabilisce invece che il figlio è destinato a sposare Sudi Valam, la figlia cinquantenne dell'altoprincipe.

Balat programma così di fuggire con Eylita e la matrigna Malise, alla volta di Vedenar, per denunciare i crimini del padre ed essere finalmente liberi. Gli eventi prenderanno una piega del tutto diversa.

[Spoiler! Clicca qui per mostrare la sezione]

Lin Davar, una volta scoperto il piano, uccide Malise e tende una trappola per eliminare anche Eylita. Balat cerca di opporsi all'ira del padre e lo sfida a duello, ma viene sconfitto. Lin non si accontenta della vittoria e si accanisce con insensata violenza sul figlio, mutilandogli la gamba. Solo l'intervento di Shallan impedirà a Balat di finire ucciso[3].

La Via dei Re Modifica

Con la morte di Lin, la Casata Davar si ritrovò sommersa dai debiti e in una situazione politica precaria. Balat aiutò i fratelli a tenere distratti nemici e creditori; partecipò così a diversi eventi pubblici insinuando che il padre stesse preparando "qualcosa di grosso"[8]. Tramite una distacanna si mantenne in contatto con la sorella e ne seguì i progressi, nella difficile missione di rubare l'animutante a Jasnah Kholin.

Parole di Luce Modifica

Balat riceve un messaggio di Shallan, nella quale la ragazza spiega che aveva dovuto restituire l’Animutante e aiutare Jasnah con il suo lavoro[9]. Comprendendo la rovina che stava per abbattersi sulla casata, Balat le risponde che almeno è lieto che uno dei Davar sia riuscito a sfuggire al fato avverso.

A causa del naufragio della Piacere del Vento e dello scoppio della guerra civile a Jah Keved, Shallan non avrà più notizie da casa. Scopre in seguito, dal Mraize, che i suoi fratelli sono in arrivo ad Urithiru e che è stato lui a salvarli dal caos del conflitto[10]

Fonti Modifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale